<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=2115093345406354&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Lufthansa PartnerPlusBenefit

Il metodo Marie Kondo per preparare la valigia per il business trip


business tripQuando bisogna partire per un viaggio di lavoro, la preparazione della valigia può presentare alcune difficoltà. Lo spazio è limitato – soprattutto se si ha solo il bagaglio a mano a disposizione - e c’è la preoccupazione di ritrovarsi tutto completamente stropicciato una volta a destinazione. Dato che sicuramente ci saranno in programma incontri, riunioni e conferenze, non ci si può permettere di indossare un abito sgualcito. Come fare, quindi? La risposta potrebbe trovarsi nel metodo KonMari: scopriamolo in questo articolo.


Business trip: le regole per l’organizzazione perfetta

Infilare in valigia tutto ciò che occorre per il business trip non è mai un’impresa semplice, soprattutto in periodi in cui il clima è incerto; lo spazio a disposizione è poco e la valigia non è certamente il posto ideale dove riporre gli abiti appena stirati.

LH_Micro_Packing_EN.mp4

Un modo strategico per preparare i bagagli per il viaggio d’affari, però, esiste: è il metodo KonMari, fondato da Marie Kondo, scrittrice giapponese di libri di economia domestica e maestra del riordino di fama mondiale. Vediamo, nei prossimi paragrafi, quali sono le regole per “impacchettare” in maniera perfetta, secondo l’autrice.

New Call-to-action

Mettere in valigia solo ciò che suscita un’emozione

Il primo passo per un bagaglio ben ordinato è organizzare il necessario, ancora prima di sistemarlo. Questo significa prendere tutto ciò che si ha intenzione di portare con sé per il viaggio e suddividerlo per categorie: vestiti, scarpe, accessori, adattatori, articoli per il bagno, cancelleria e così via.

Secondo Marie Kondo, per ogni categoria, la domanda da porsi, apparentemente insolita, è: l’oggetto in questione provoca felicità? Per maggior praticità, questa domanda si potrebbe tradurre in “questo oggetto risponde davvero a una necessità concreta?”.

Infatti, non tutto ciò che serve suscita per forza una sensazione positiva: i medicinali, ad esempio, non rendono felici, ma sicuramente non si possono escludere. Allo stesso modo, se avere un paio di occhiali in più è appagante, ma inutile, meglio lasciarli a casa. L’obiettivo è separare ciò che è realmente necessario, da ciò che si può evitare di portare in trasferta.

Il momento della preparazione: cosa fare?

Marie Kondo non solo spiega come selezionare, ma anche come riporre fisicamente in valigia le cose di cui non si può fare a meno. Innanzitutto, bisogna assicurarsi che tutti gli oggetti o vestiti abbiano una collocazione, ovvero siano suddivisi all’interno di sacchetti, beauty-case o pochette. In questo modo, quando si presenta la necessità di uno specifico oggetto, non si dovrà disfare l’intero trolley.
Una volta fatta la suddivisione, bisogna pensare a come collocare il tutto in maniera intelligente nel bagaglio. Ad esempio, la parte destra si può usare per le scarpe, la sinistra per i vestiti e la tasca centrale per il computer portatile. Avendo tutto ben organizzato, non ci sarà bisogno di perdere tempo a cercare il caricabatterie in caso di necessità, perché si saprà perfettamente dove si trova, separato dal resto. La facilità con cui il business traveller troverà ciò di cui avrà bisogno provocherà sicuramente moltissima felicità!

L’arte di piegare gli abiti

La parte più interessante del metodo inventato da Marie Kondo, comunque, riguarda il come piegare i vestiti. Usando il suo speciale sistema, tutto sarà riposto in modo che rimanga ben visibile e niente sia nascosto. Il segreto è piegare i vestiti a forma di rettangolo, da posizionare in verticale all’interno della valigia, così da poter trovare tutto a una prima occhiata.

Nel video, potrà vedere come la guru dell’ordine protagonista di questo articolo piega gli abiti da mettere nel trolley.

Questo sistema vale anche per armadi e cassetti, per chi volesse sperimentare. Il consiglio dell’esperta è fare molte prove e trovare il modo migliore per piegare ciascun capo d’abbigliamento, in base al materiale di cui è composto. I completi saranno poi da piegare e porre orizzontalmente sopra a tutto il resto.

Il metodo KonMari è davvero molto utile per organizzare al meglio la valigia per il business trip; anche se all’inizio potrebbe sembrare complicato, una volta capito il meccanismo, sarà tutto automatico. L’obiettivo di questo sistema è quello di portare solo il necessario, evitando tutto ciò che occupa spazio inutilmente, soprattutto quando si ha solo il bagaglio a mano a disposizione. A tal proposito, sapeva che grazie ai punti accumulati iscrivendosi ai programmi fedeltà delle compagnie aeree, può avere ottenere un voucher eccedenza bagaglio?

Nel caso in cui anche il metodo KonMari non fosse sufficiente, questa opzione potrebbe essere risolutiva. Scopra di più su PartnerPlusBenefit – il programma di incentivazione gratuito del Gruppo Lufthansa – cliccando qui.

New Call-to-action



 

Tags: trasferte di lavoro, viaggi d'affari, organizzazione viaggio d'affari

New Call-to-action
New Call-to-action


Benefit Blog 

Informazioni, notizie e molti spunti utili per i viaggi di lavoro. Il luogo ideale in cui ricevere aggiornamenti e consigli per ottimizzare il viaggio aziendale.

Si iscriva alle notifiche del Blog

Articoli Recenti