<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=2115093345406354&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Lufthansa PartnerPlusBenefit

Strumenti di pagamento indispensabili nel viaggio in Cina per lavoro

viaggio in Cina per lavoroQuando si decide di intraprendere un viaggio in Cina o ci si deve recare nel Paese per affari, è bene considerare anche come fare a pagare una volta arrivati a destinazione. Non trovandosi in Europa, infatti, potrebbe esserci qualche problema con la propria carta di debito o di credito, quindi è meglio partire consapevoli.

Ancor di più se si viaggia in un luogo, come la Cina per l’appunto, in cui i pagamenti in contanti sono considerati un’abitudine inusuale. Ne parliamo nell'articolo di oggi.

Prepararsi al viaggio in Cina per lavoro: niente carte o contanti, basta lo smartphone

Sembra incredibile, ma in Cina scambiarsi contanti è talmente raro che persino gli artisti di strada e i tassisti si fanno pagare tramite app e QR code, un fatto che in Italia sembra praticamente impossibile. Lo smartphone ha quindi sostituito non solo le carte di credito, ma anche i contanti. Sono due le app che dominano il panorama dei pagamenti: WeChat Pay e AliPay, rispettivamente di proprietà di Tencent e Alibaba. Questi due colossi sono riusciti a permettere ai propri iscritti di effettuare pagamenti senza uscire dai propri siti web, tanto che oggi, recandosi in un bar in Cina, i primi due metodi proposti per saldare il conto sono proprio WeChat Pay e Alipay e, solo per ultimi, i contanti.

opportunità di business via della seta

Qualche dato interessante:

  • Negli ultimi 15 anni i pagamenti tramite cellulare in Cina hanno toccato i 16mila miliardi di dollari
  • WeChat Pay di Tencent ha 900 milioni di utenti mensili in Cina
  • Alipay di Ant Financial, affiliata di Alibaba, ha più di 500 milioni di utenti mensili attivi e sono quasi tutti cinesi
  • In confronto, Apple Pay ha 127 milioni di utenti a livello globale
  • Secondo uno studio condotto da Penguin Intelligence, il 92% della popolazione cinese ha dichiarato di utilizzare WeChat Pay o AliPay come primo strumento di pagamento

Perché questi metodi di pagamento sono così diffusi?

Anche se si potrebbe pensare che il motivo principale sia il livello di sviluppo tecnologico cinese decisamente maggiore rispetto a quello europeo, non è questa la ragione principale. Innanzitutto, in termini di infrastrutture, in Cina le carte di credito o di debito non hanno avuto una diffusione così massiccia come in altri Stati. La seconda motivazione riguarda i costi decisamente minori: se per permettere ai clienti di pagare basta avere un cellulare e scaricare una app, anche i piccoli negozianti e le attività commerciali minori possono trarne beneficio. Significa, infatti, non dover pagare commissioni - offrendo comunque agli acquirenti una soluzione semplice e veloce - e non doversi dotare di chip o lettori di carte di credito: basta creare un account e stampare su un foglio il QR code, in modo che chiunque possa pagare.

viaggio in Cina per lavoro

Bisogna dire che le app di cui si è parlato sopra sono utilizzate davvero da tutti, anche da negozi esclusivi e boutique di lusso, nonché da consumatori di qualsiasi età (non è quindi certamente una moda passeggera diffusa solo tra i millenial). Inoltre, si deve considerare il fatto che sia WeChat che Alibaba, ancor prima di offrire un servizio per il pagamento elettronico, erano due app molto utilizzate nel Paese e godevano già della fiducia di un’enorme base di utenti. È bastato davvero poco, dunque, per conquistare i consumatori anche come servizi di pagamento.

Come Alibaba e Tencent sfruttano il potere dei dati

Le due applicazioni non permettono agli utenti solo di effettuare operazioni di pagamento virtuale, ma prevedono anche funzioni di invio di messaggi, ecommerce, prenotazione di taxi, viaggi e bike sharing, oltre a essere vere e proprie piattaforme social. L’utente, dunque, fornisce una miriade di dati, fonti preziose di informazioni e di guadagno per i rispettivi proprietari.

Il problema per un italiano in viaggio in Cina per lavoro può essere quello di farsi cogliere impreparato. Capita addirittura che in certi negozi o esercizi commerciali non sia proprio presente la cassa, ma solo lo scanner per il codice Qr per il pagamento mobile. Non essendone consapevoli, può capitare che ci si trovi costretti a cambiare bar, non avendo modo di pagare la consumazione. Si potrebbe paragonare l’uso dei contanti in Cina alla consultazione del Televideo in Italia: nulla di proibito, ma sicuramente considerato obsoleto.

Quando ci si prepara a un business travel in Cina, insomma, bisogna informarsi non solo sulle differenze culturali e sulle tradizioni della Terra del Dragone, ma anche sulle abitudini quotidiane, che possono essere molto diverse da quelle Occidentali. Come abbiamo detto in precedenza, il pagamento in contanti non è ovviamente vietato ma, sapendolo in anticipo, perché non scaricare WeChat Pay o Alipay, per dimostrarsi al passo con i tempi? Eviterebbe sicuramente al dipendente di ritrovarsi in situazioni di imbarazzo e sarebbe un’occasione per sperimentare metodi di pagamento ancora poco diffusi in Europa.

E per un viaggio ancora più confortevole per il collaboratore, perché non iscrivere l’azienda ai programmi di incentivazione gratuita delle compagnie aeree? Con PartnerPlusbenefit del Gruppo Lufthansa, ad esempio, si possono accumulare miglia e punti fedeltà a ogni viaggio, da utilizzare per ottenere premi, sconti e benefit. Scopra di più cliccando qui!

New Call-to-action

Tags: gestione spese di viaggio, organizzazione viaggio d'affari, mercato cinese

New Call-to-action
via della seta viaggi aziendali


Benefit Blog 

Informazioni, notizie e molti spunti utili per i viaggi di lavoro. Il luogo ideale in cui ricevere aggiornamenti e consigli per ottimizzare il viaggio aziendale.

Si iscriva alle notifiche del Blog

Articoli Recenti