<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=2115093345406354&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Lufthansa PartnerPlusBenefit

Viaggio d'affari in Nord America? Guida al bagaglio perfetto


viaggio d'affariIl Nord America è un territorio davvero molto vasto, quindi anche il clima è decisamente variabile da una zona all'altra. Che si parli di Stati Uniti o di Canada, è piuttosto complicato dare indicazioni generali su cosa mettere in valigia, perché tutto dipende dalla destinazione precisa.

In questo articolo proveremo a dare qualche consiglio sulla preparazione del bagaglio per un viaggio d’affari in Nord America, cercando di analizzare i climi delle diverse zone. 

Preparare la valigia per il viaggio d’affari in base al clima

Trattandosi di un business trip, ci sono alcuni capi d’abbigliamento che non possono mancare, a prescindere dal luogo preciso di destinazione. In base alla durata del viaggio, bisognerà sicuramente mettere in valigia qualche completo elegante da indossare per gli incontri, le riunioni o le conferenze.
Il problema è: cosa portarsi per il tempo libero? Visto che oggi si parla sempre più di bleisure e benessere nel corso del viaggio d’affari, è probabile che ci si possa ritagliare dei momenti liberi per visitare la città, fare una gita o una passeggiata, quindi serve l’abbigliamento adatto.

Vediamo che tipo di clima si può trovare nelle diverse zone del Nord America, per avere un’idea più chiara di cosa mettere in valigia.

New Call-to-action

 

Le temperature in Canada

Anche se non è molto probabile che un viaggio d’affari abbia come destinazione la zona settentrionale del Canada, nel caso così fosse, bisogna prepararsi a un clima molto rigido: le temperature raggiungono anche i 35 gradi sotto lo zero in inverno, mentre in estate si arriva a zero gradi e la neve è quasi sempre presente. Anche nella zona centrale del Paese gli inverni sono rigidi e nevosi, la primavera è breve, mentre l’estate può essere molto torrida, con temperature che raggiungono i 40 gradi. Scendendo verso sud la situazione migliora, ma comunque senza differenze sostanziali.
La zona meno fredda del Canada è la costa occidentale, con le correnti oceaniche che mitigano leggermente il clima. La costa orientale, invece, non è riparata dai venti polari del nord: le temperature in inverno sono intorno allo zero, mentre le estati sono generalmente piovose.
Il consiglio è quello di portare un abbigliamento molto pesante se si viaggia in Canada d’inverno, tenendo in considerazione anche l’eventualità della neve, e di essere preparati a pioggia e climi torridi e afosi d’estate, senza dimenticare qualcosa di caldo in caso di necessità.
Grazie alle moltissime app a disposizione, comunque, non sarà difficile informarsi in anticipo riguardo al meteo previsto nella zona precisa di destinazione, per regolarsi di conseguenza.3202_01_Haupt_613-01880904s

Il clima negli Stati Uniti

Anche gli Stati Uniti, estendendosi su un territorio molto vasto, possiedono una diversità di climi senza pari, assolutamente da considerare quando si prepara la valigia per la trasferta.
Nella parte nord-orientale il clima è temperato, mitigato dalle correnti atlantiche, con inverni rigidi ed estati calde e umide. Nel Midwest e nella regione dei grandi laghi, esistono solo lunghi inverni polari ed estati calde e secche, senza mezze stagioni. La costa pacifica e il nord della California sono caratterizzati da un clima oceanico: molta pioggia e temperature spesso basse. Dal sud della California al Texas, invece, il clima è caldo e secco per la maggior parte dell’anno. A sud-ovest, a New Orleans e in Florida, le estati sono calde e molto umide per via del clima subtropicale.
Se si volesse approfittare del viaggio per una visita ai parchi nazionali, il Grand Canyon è umido, afoso e soffocante; mentre a Yosemite fa molto freddo, così come in alcuni parchi del Colorado, per la presenza delle Montagne Rocciose. Se poi si decidesse di passare qualche giorno alle Hawaii, lì il clima è tropicale, caldo tutto l’anno.

Per riassumere si può dire che:

  • se si viaggia al nord, è preferibile portarsi indumenti caldi per l’inverno e una giacca a vento, maglioncini o gilet anche in estate
  • al sud il clima è molto caldo e umido in estate, quindi sono consigliati abiti leggeri, occhiali da sole, crema solare e kit per le punture di insetto; anche in inverno le temperature rimangono piuttosto miti

Inoltre, è importante ricordare che, anche se non è obbligatorio stipulare un’assicurazione sanitaria se si viaggia in America, è caldamente consigliato farla perché i costi per visite e interventi possono risultare estremamente elevati, così come i prezzi dei farmaci. È raccomandato includere nella polizza anche l’eventualità del furto dei bagagli e una protezione per computer portatili e altri dispositivi aziendali.
I viaggi d’affari in America possono essere molto frequenti se l’azienda ha clienti o fornitori in quelle zone, quindi bisogna essere preparati in base al periodo dell’anno in cui si viaggia. Spesso è complicato decidere cosa mettere in valigia e cosa lasciare a casa, quindi il rischio di eccedere con il peso è dietro l’angolo.

Sapeva che il programma PartnerPlusBenefit prevede anche il voucher eccedenza bagaglio come premio richiedibile in cambio di punti? Scopra tutti i dettagli sul programma gratuito per le aziende cliccando qui!

New Call-to-action

Tags: trasferte di lavoro, viaggi d'affari, organizzazione viaggio d'affari

New Call-to-action
New Call-to-action


Benefit Blog 

Informazioni, notizie e molti spunti utili per i viaggi di lavoro. Il luogo ideale in cui ricevere aggiornamenti e consigli per ottimizzare il viaggio aziendale.

Si iscriva alle notifiche del Blog

Articoli Recenti